Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Arezzo, cade in prescrizione il caso del viadotto Puleto. Lavori conclusi nel 2024

Il viadotto sulla E45 Il viadotto sulla E45

Viadotto Puleto, dalla chiusura per rischio crollo (gennaio 2019) alla prescrizione per l'ipotesi di reato a carico di due funzionari Anas (omessa manutenzione). Mentre il cantiere per il consolidamento della struttura lungo la E45, comune di Pieve Santo Stefano, provincia di Arezzo, al confine con l'Emilia Romagna, terminerà nel 2024.
L'udienza del processo in corso al tribunale di Arezzo ha visto l'audizione dell'ingegnere che con incidente probatorio rilevò le gravissime condizioni della struttura, relazione su cui si basa l'ipotesi accusatoria. Il concreto rischio di cedimento, tuttavia, par di capire che ci sarebbe stato solo in caso di terremoto.
Sull'allarme dell'epoca e sulla chiusura del viadotto, che provocò forti disagi spezzando la circolazione sull'Appennino, esistono due correnti di pensiero. In ogni caso, a febbraio il reato si estingue mentre la prossima udienza davanti al giudice monocratico di Arezzo è in calendario è per marzo. Intanto Anas ha eseguito una serie di interventi sulle pile e sul ponte, ma la sostituzione degli appoggi, i baggioli, deteriorati, avverrà entro il prossimo anno. Si viaggia su due corsie in entrambe le direzioni. Quelle di sorpasso sono chiuse.

Luca Serafini è nato nel 1965 ed è redattore del Gruppo Corriere. Dopo le prime esperienze in radio, ha iniziato negli anni Ottanta come corrispondente del Corriere Aretino da Castiglion Fiorentino,...