Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Arezzo, morta in auto sulla 71 nello scontro: due patteggiano per l'omicidio stradale

L'incidente sulla 71 L'incidente sulla 71

Impiegata morta nell'auto sulla 71 a Marcena, a pochi chilometri da Arezzo, due patteggiano la pena. Erano accusati di omicidio stradale per la tragica fine di Linda Cecconi, 41 anni, dipendente del Comune, sposata e madre di un figlio. Un anno al camionista (pena sospesa) che finì con il pesante mezzo frigo contro la Lancia Y della donna e dieci mesi (con lavori socialmente utili) al conducente di una vettura Mini Cooper che, occupando il centro della carreggiata, avrebbe impedito al camion di rientrare dopo un sorpasso azzardato. I due veicoli superavano i limiti di velocità che nel tratto è 70. Le condotte di guida contrarie alla prudenza e alle norme del codice, secondo la ricostruzione del perito, determinarono la carambola, costata la vita a Linda che invece procedeva dal basso Casentino in modo regolare sulla sua corsia di marcia per andare al lavoro ad Arezzo. Era il 26 ottobre 2022. Il camion, carico eccessivamente, condotto da un trasportatore di Spoleto, residente a Perugia, si ribaltò dopo aver urtato la Mini (esplose una gomma) guidata da un uomo di Subbiano e travolse l'utilitaria della Cecconi, schiacciandola sul guard rail.

Luca Serafini è nato nel 1965 ed è redattore del Gruppo Corriere. Dopo le prime esperienze in radio, ha iniziato negli anni Ottanta come corrispondente del Corriere Aretino da Castiglion Fiorentino,...