Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Arezzo, arrestato palpeggiatore seriale di ragazzine nel bus: almeno 6 vittime

Indagine dei carabinieri Indagine dei carabinieri

Atti sessuali su minorenni nel bus, un arresto ad Arezzo. I carabinieri della stazione di Arezzo hanno eseguito un ordine di custodia cautelare, con la misura degli arresti domiciliari emessa dal gip, nei confronti di uno straniero, cinquantenne operaio, di origini asiatiche, residente in un comune della provincia: è ritenuto responsabile del reato di violenza sessuale commesso da dicembre 2023 a gennaio 2024 nei confronti di 6 giovani studentesse, residenti in diversi comuni all'interno di autobus di linea extraurbana. Palpeggiava le ragazzine nelle parti intime.
Le indagini che hanno portato all'emissione della misura cautelare sono partite dalle dichiarazioni di una ragazza che era stata molestata e che, confrontandosi con altre coetanee, vittime degli stessi abusi mai denunciati, aveva realizzato che l'autore era lo stesso.
I Carabinieri, presa la denuncia, avviavano le indagini sulle dichiarazioni della ragazza, alle quali, nel frattempo, si erano aggiunte le testimonianze delle altre cinque, individuando l'uomo che, a seguito di un predisposto servizio, anche in abiti simulati, veniva bloccato ed identificato al capolinea della linea extraurbana di autobus utilizzata quotidianamente per recarsi in Arezzo.
L'uomo, incensurato e residente in provincia di Arezzo, che vive in Italia da diversi anni, è stato quindi sottoposto agli arresti domiciliari presso l'attuale residenza in attesa dell'udienza di convalida da parte del gip del Tribunale di Arezzo.
I carabinieri invitano a farsi avanti altre vittime del palpeggiatore seriale. Agiva al mattino durante i viaggi verso la città, approfittando della calca nel bus.