Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Arezzo, pastiglie di ecstasy con il volto di Super Mario Bros: polizia in azione ai Porcinai

Operazione della polizia Operazione della polizia

In attesa della riqualificazione, ai giardini del Porcinai di Arezzo continua a circolare droga. Un giovane di 25 anni è stato trovato in possesso di oltre un kg di ketamina, sostanza drogante dagli effetti devastanti, e due frammenti di MDMA, mentre un 27enne che lo accompagnava è stato denunciato a piede libero in possesso di oltre 3.000 euro in contanti di cui non ha saputo giustificare la provenienza. E' stata la polizia di Stato a svolgere l'operazione nell'ambito dei controlli disposti dal questore Maria Luisa Di Lorenzo. I due, che si aggiravano con fare sospetto, sono stati sottoposti a controlli approfonditi da parte del personale operante e grazie alle successive perquisizioni domiciliari a cui ha partecipato la Squadra Mobile sono state rinvenute e sequestrate più di 400 pastiglie di ecstasy, con impresso il volto del personaggio di Super Mario Bros.
Nella giornata successiva gli investigatori della Squadra Mobile, coordinati dal dottor Sergio Leo, a seguito di mirate ricerche, hanno rintracciato nel Comune di Castiglion Fiorentino una persona ricercata in ambito internazionale e destinataria di una condanna per una truffa commessa in Moldavia. L'uomo, che si trovava occasionalmente in Italia, veniva quindi tratto in arresto e condotto presso la Casa circondariale di Sollicciano, in attesa dell'avvio delle procedure di estradizione verso quel Paese.
Infine, nella giornata di ieri, venerdì, gli investigatori della Questura insieme al personale delle Volanti, hanno arrestato un trentenne per detenzione di stupefacente ai fini di spaccio. L'uomo, individuato dai poliziotti mentre si trovava in zone abitualmente frequentate da assuntori di sostanze droganti, alla vista della pattuglia si dava alla fuga gettando in terra un borsello, che conteneva oltre 35 dosi di eroina per un totale di 40 grammi. Immediatamente raggiunto e bloccato, lo spacciatore, extracomunitario e regolare sul territorio italiano, veniva condotto negli uffici di polizia; anche per lui scattavano, quindi, le manette.