Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Arezzo, altra truffa del falso carabiniere: arrestati i due autori con bottino di 10 mila euro

Attività della polizia stradale Attività della polizia stradale

Soldi, gioielli e monete da collezione per un valore di 10 mila euro: questo il bottino recuperato dalla polizia stradale dopo la nuova truffa del falso carabiniere. Il fatto è avvenuto tra Figline Valdarno e Terranuova Bracciolini, lungo l'A1, dove è avvenuto lo stop all'auto sospetta. A bordo, sulla sud, c'erano due persone di Napoli con i valori presi ad una donna ingannata con lo stratagemma della telefonata che le comunicava l'incidente stradale (in realtà inesistente) capitato ad un congiunto, in questo caso il marito, responsabile di lesioni per le quali era trattenuto in caserma e occorrevano soldi per liberarlo. Colta alla sprovvista, la donna di Figline ha consegnato quello che ha racimolato. Stavolta non si tratta di una anziana e questo la dice lunga di come i malviventi siano abili e la popolazione influenzabile. Per fortuna, accortasi della truffa, la vittima ha dato l'allarme prima che i due si dileguassero. Polizia stradale di Battifolle in azione nel tratto aretino. Ad Arezzo convalidati gli arresti, processo che si svolgerà a Firenze, per competenza. I due partenopei messi uno ai domiciliari e l'altro con obblighi di dimora.