Per aprire questo sito web è necessario che javascript sia abilitato, correggi le impostazioni del tuo browser e ricarica la pagina. Buona lettura!

Cortona, addio a Giorgio Malentacchi ex vice sindaco e parlamentare di Rifondazione comunista

Giorgio Malentacchi Giorgio Malentacchi

Addio a Giorgio Malentacchi, personaggio politico di Cortona arrivato a Roma in Parlamento. Ad annunciare la sua morte sui social, il giornalista Alfio Nicotra, l'ex sindaco di Cortona Andrea Vignini e altri personaggi della sinistra.
Malentacchi, 89 anni, è stato deputato e senatore. Ricordato da tutti come una persona per bene e disponibile al confronto, è stato all'inizio esponente del Pci e a Cortona è stato consigliere comunale, assessore e vice sindaco fino al 1990.
Nel 1991 non seguì la linea indicata alla Bolognina, con lo scioglimenti del Pci e la nascita del Pds, e fu tra coloro che aderirono al progetto politico di Rifondazione Comunista. Nel 1996 venne eletto alla Camera nella XIII legislatura nel collegio uninominale di Montevarchi per i Progressisti, grazie all'accordo di desistenza, con appoggio esterno dell'Ulivo.
Nel 2001 è stato eletto con Rifondazione Comunista al Senato (nel collegio di Carrara) per la XIV legislatura ma nel luglio 2002 la Giunta per le elezioni di Palazzo Madama ne propose la revoca per un errore di calcolo al momento dell'assegnazione del seggio e in novembre ci fu l'annullamento. Nel 2004 venne eletto consigliere provinciale del Prc ad Arezzo. Carica tenuta fino al 2009. Figura di integrità e serietà, viene ricordato con stima e commozione.
Sulla morte di Giorgio Malentacchi riportiamo una nota di Rifondazione Comunista di Arezzo
La Federazione di Arezzo del Partito della Rifondazione Comunista piange la scomparsa del compagno Giorgio Malentacchi, tra i fondatori del Partito nella nostra provincia. Si è spento nella tarda serata di oggi 16 febbraio all'ospedale di Perugia, dove era ricoverato da alcuni giorni.
Giorgio Malentacchi è stata una figura di primo piano della sinistra e del movimento operaio nella nostra provincia, ricoprendo diverse cariche pubbliche, prima con il Partito Comunista Italiano nel Comune di Cortona, di cui fu anche vicesindaco, e successivamente in Parlamento con il Partito della Rifondazione Comunista.
Alla svolta della Bolognina che portò alla cessazione del PCI, Giorgio Malentacchi si oppose sostenendo la mozione di Rifondazione Comunista contraria allo scioglimento e si prodigò affinché non scomparisse dal territorio l'organizzazione e la presenza politica dei comunisti.
Ricordiamo il suo impegno per i diritti del lavoro, la difesa dell'ambiente e per la pace, che lo hanno contraddistinto fin dalla sua giovinezza. Non ultimo il suo impegno antifascista nell'ANPI che, da parlamentare, lo portò a proporre
la costituzione del "Parco della Pace" di Sant'Anna di Stazzema.
Ci stringiamo affettuosamente alla moglie Gabriella e alla figlia Roberta che gli sono state vicini fino all'ultimo.
Partito della Rifondazione Comunista - Sinistra Europea - Federazione di Arezzo